Esplora – ispira – agisci

Scopri la spedizione climatica globale ToptoTop e osservala mentre gira il mondo per aumentare la consapevolezza delle persone e cambiare le loro vite.

Un bambino per volta, una scuola per volta

La spedizione climatica ToptoTop collabora con scuole di tutto il mondo per aumentare la consapevolezza sul cambiamento climatico. Fatti ispirare dalle sue iniziative e inizia a realizzare il cambiamento nella tua vita.

1 famiglia, 1 missione: salvare il pianeta

Osserva il viaggio della spedizione climatica ToptoTop e scopri il progetto che Victorinox supporta da quasi dieci anni.

Victorinox e la spedizione climatica
Top to Top

Da quasi vent’anni la spedizione climatica ToptoTop viaggia per il nostro pianeta visitando le regioni più remote del mondo, conducendo ricerche e informando le persone su come riuscire a condurre una vita sostenibile.

Da quasi dieci anni, Victorinox è al loro fianco. Proprio come il fondatore di Victorinox Karl Elsener, il team della spedizione ha avuto il coraggio di seguire la propria visione contro tutti gli ostacoli. Condividiamo anche la loro filosofia: Victorinox ha sempre sentito il dovere di trattare le risorse in modo responsabile. Il nostro impegno nei confronti dei valori della famiglia è un altro tratto che condividiamo con ToptoTop. Proprio come Victorinox, che è un’azienda a proprietà familiare, il nucleo stesso della spedizione climatica ToptoTop è composto da Dario, Sabine e dai loro figli.

Scopri la loro storia appassionante e impara da ciò che hanno imparato loro.

Scopri la spedizione

Come è iniziato tutto

Dario, svizzero, climatologo e guida alpina, e sua moglie Sabine, un’infermiera certificata, hanno fondato la spedizione climatica ToptoTop nel 1999. Durante le sue ricerche climatologiche sui ghiacciai, Dario ha assistito al loro rapido declino dovuto all’innalzamento delle temperature globali. È per questo che lui e sua moglie hanno deciso di dedicare le loro vite ad aiutare e informare le persone su come rispettare e proteggere la natura per le generazioni future. Dario e Sabine non sono soli nel loro impegno per salvare il pianeta: al loro viaggio si sono uniti i loro figli, tutti nati durante questa spedizione, così come tanti esperti e volontari.

Cosa fanno

La spedizione climatica ToptoTop ha viaggiato per più di 100.000 miglia nautiche in più di 100 Paesi differenti. Durante il percorso i suoi membri hanno portato a termine circa 100 progetti. Questi progetti spaziano dalla pulizia del campo base dell’Everest, all’installazione di pannelli solari per dissalare l’acqua su isole remote, o alla riforestazione di aree costiere per prevenire l’erosione del territorio. Durante il loro percorso hanno presentato queste idee a più di 100.000 studenti. Hanno anche ricevuto numerosi incarichi di raccolta di dati e ricerca sul campo da parte di diversi istituti di ricerca.

Perché lo fanno

“Il cambiamento climatico è una realtà, lo vediamo in tutto il mondo” afferma Dario. Questi cambiamenti hanno conseguenze devastanti. Ma la spedizione climatica ToptoTop ci vede anche un’opportunità. Come dice Sabine: “Non abbiamo mai avuto prima l’opportunità di lavorare tutti insieme come una grande famiglia globale. Il cambiamento climatico ruota intorno a concetti come connessione e solidarietà, e i cambiamenti fatti da ognuno di noi possono aiutare noi stessi, gli altri e il nostro pianeta. È questo che ci spinge a continuare”. Come lo fanno? “Ci piace pensare in piccolo” spiega Dario con un sorriso. “Perché il cambiamento inizia con un bambino, una scuola, un villaggio alla volta”.

Esplora l’impatto della spedizione

Fare squadra per ripulire

“La plastica ha delle qualità straordinarie. Ha una tale flessibilità d’uso. Ma produce anche rifiuti molto pericolosi”, afferma Dario. “Per aumentare la sensibilizzazione su come usare meno plastica e su come riciclarla nel modo giusto, organizziamo dei progetti di pulizia e finora abbiamo raccolto più di 50 tonnellate di rifiuti.”

Consigli utili per rifiuti un po’ meno utili

Per secoli i popoli indigeni hanno vissuto in armonia con la natura, e il concetto di rifiuti è piuttosto nuovo per loro. La spedizione climatica TOPtoTOP spiega cosa sono i rifiuti non biodegradabili. Per esempio questi bambini di Huahine, in Polinesia, stanno imparando quali materiali si possono riciclare.

La conoscenza crea azione

In questo laboratorio Dario spiega i concetti fondamentali del riscaldamento globale, perché ha imparato che la conoscenza è un ottimo strumento per ispirare i bambini ad agire. Quindi Dario spiega: “La luce del sole si trasforma in calore quando tocca la terra. La crescita delle emissioni di CO2 crea una serra che trattiene il calore. In questo modo il nostro pianeta diventa sempre più caldo”.

La connessione crea azione

Stabilire una connessione tra gli studenti e la natura è una parte importante del lavoro della spedizione climatica. I bambini che vivono nelle Isole Vergini fanno un giro sulla Pachamama per incontrare i delfini e le tartarughe di mare al largo delle loro isole. Tornano a terra pieni di orgoglio e con un grande desiderio di proteggere il loro habitat.

Piantare alberi e far crescere la speranza

Sant’Elena è un’isola sperduta nel bel mezzo dell’oceano Atlantico meridionale. Qui la deforestazione è una minaccia contro la fertilità del suolo. Insieme a TOPtoTOP, gli studenti piantano nuovi alberi e si prendono cura del “loro” albero durante gli anni che passano a scuola. In questo modo, l’albero viene protetto e i bambini acquisiscono il senso di responsabilità e la capacità di prendersi cura delle cose.

Sostenibilità sostenibile: ambasciatori

Nel 2010 e nel 2014, la spedizione climatica TOPtoTOP ha raccolto iniziative per salvare il pianeta realizzate da bambini di tutto il mondo. Le persone con le migliori dieci iniziative da ciascun continente sono state invitate in Svizzera. Ma la cosa più importante è che, in seguito, sono tornate a casa per parlare di quelle idee con altri studenti ed espandere così ancora di più questa rete globale.

Apparecchiature mediche per luoghi remoti

Sabine è un’infermiera certificata e dà una mano ovunque sia necessario un supporto medico. In questa immagine sta curando un’infezione. La sua paziente è un’indiana Cuna delle Isole di San Blas, un arcipelago vicino Panama.

L’acqua pulita ripulisce le comunità

Senza acqua potabile non si può sopravvivere su un’isola. Quando il livello del mare si alza, l’acqua sotterranea diventa salmastra. La desalinizzazione con generatori a combustibile fossile non è una soluzione praticabile per villaggi basati sull’autosufficienza e privi di grandi risorse finanziarie. I pannelli solari sono la risposta e proteggono l’indipendenza delle comunità.

La formazione rende forti le comunità

Consegnare pannelli solari, piantare un albero, ripulire un’area: queste iniziative funzionano solo se l’effetto è duraturo. È per questo che la spedizione climatica TOPtoTOP si occupa sempre della formazione delle persone. Che si tratti di riparare un pannello solare o di riciclare i rifiuti, l’obiettivo è sempre rendere più indipendenti le comunità.

Osservare le megattere

Insieme ad altri ricercatori, la spedizione climatica TOPtoTOP localizza e registra in modo scientifico i percorsi della popolazione di megattere. La pinna caudale della balena è l’equivalente dell’impronta digitale per gli uomini: è il marchio specifico di un individuo. Ed è così che i team di tutto il mondo sono in grado di localizzare e registrare i percorsi delle balene.

Misurare i livelli di CO2

Insieme al Centro de Estudios Cientificos Chile, la spedizione climatica TOPtoTOP si è offerta volontaria per raccogliere campioni di ghiaccio. Il ghiaccio contiene aria, che a sua volta contiene CO2. La misurazione di questi livelli di CO2 fornisce informazioni sul clima di migliaia di anni fa, al momento della formazione del ghiaccio, e ci indica come i livelli attuali di CO2 siano saliti rispetto a quelli trovati nei campioni.

Insegnare nelle università più prestigiose

La spedizione climatica TOPtoTOP viene invitata a tenere lezioni sia in piccole scuole che nelle migliori università, compreso il Massachusetts Institute of Technology. Il loro obiettivo è ispirare la futura generazione di scienziati e innovatori nel dare il loro contributo alla salvezza del nostro pianeta.

Partecipare alle conferenze sul clima

TOPtoTOP ha usato l’energia del vento per spingere le vele della sua barca, la Pachamama, fino al Sudafrica per la Conferenza mondiale sul clima di Durban del 2011. La consigliera federale svizzera Doris Leuthard è salita a bordo e si è unita alla famiglia per salpare verso la conferenza delle Nazioni Unite Rio+20 in Brasile.

Segui il loro viaggio

Ti piacerebbe conoscere la posizione attuale della spedizione climatica ToptoTop e della sua barca Pachamama? Segui il loro percorso nella mappa in tempo reale. Scopri dove sono in questo momento e dove sono già stati.

 

Consigli per la sostenibilità

“In realtà, spesso siamo noi a imparare da chi ci ospita come poter vivere in modo più sostenibile” racconta Dario. “Ovunque andiamo, le persone ci mostrano trucchi e consigli incredibili su come vivere in armonia con la natura. Sia nel mondo occidentale che nei luoghi più remoti, nelle grandi città come nei villaggi tribali, abbiamo imparato così tanto” riflette.

Esplora le scoperte della spedizione

Meglio della plastica: cesti di foglie

L’isola Niuatoputapu è così remota che solo una volta all’anno vi si ferma una nave da trasporto con merci occidentali. È per questo che i nativi dell’isola vivono a così stretto contatto con la natura. Quando hanno bisogno di un cesto, serve solo qualche foglia da una pianta vicina e un po’ di abilità, e in meno di un minuto il loro cesto completamente biodegradabile è pronto.

Risparmiare l’acqua e il tempo

I primi uomini a scalare il Monte Everest, Tenzing Norgay ed Edmund Hillary, costruirono una fontana nel villaggio montano di Khumjung. Ma a causa dell’estrema altitudine di 3.790 metri sopra il livello del mare, l’acqua scarseggiava. Così impararono a vivere con poca acqua. Quando lavavano i vestiti, per esempio, pulivano solo le macchie di sporco e le aree sudate.

Raffreddare senza consumare energia: un trucco occidentale

Un insegnante ha invitato Sabine e Dario a casa sua durante l’inverno, e là i due hanno scoperto l’interessante contenuto del suo frigo: libri! Durante i freddi mesi invernali, questo insegnante conserva i suoi prodotti deperibili all’esterno, e così risparmia un sacco di elettricità.

Raffreddare senza consumare energia: un trucco di Vanuatu

Gli abitanti dell’arcipelago di Vanuatu hanno frigoriferi che funzionano senza elettricità. L’acqua viene versata tra le pareti di un vaso di terracotta con doppia parete. Quando evapora, l’acqua usa energia che, tramite questo processo, raffredda il cibo all’interno del vaso.

Manca il sapone? Nessun problema

I membri del team TOPtoTOP sorridono quando pensano che una volta avevano il sapone per la doccia, lo sciampo, il sapone liquido e il detersivo. Durante i loro viaggi hanno imparato che vivere solo con l’indispensabile è estremamente liberatorio, e spesso è molto meglio per l’ambiente. Invece del sapone, per esempio, ora usano una miscela di aceto e soda.

Un foglio di alluminio mantiene la freschezza delle arance

Quando ha lasciato le isole Galapagos, la spedizione climatica TOPtoTOP ha ricevuto tantissimi agrumi e un consiglio prezioso: avvolgere la frutta in un foglio di alluminio per mantenerla fresca per sei mesi. Il trucco funziona allo stesso modo se si avvolge un cavolo in un giornale: basta bagnarlo di tanto in tanto con poche gocce d’acqua e tenerlo al buio.

Il potere della fiducia

“Le persone che scalano una montagna si legano insieme con una corda. Se uno di loro scivola, gli altri possono andare a salvarlo. Con questa corda, in pratica, si mette la propria vita nelle mani di altre persone. Ed è questo che abbiamo imparato scalando alcune delle montagne più alte del mondo: fidatevi delle persone, rispettate la natura, e sarete al sicuro”, è il consiglio di Sabine.

Uno sguardo dietro le quinte

La spedizione climatica ToptoTop non è solo un’organizzazione senza scopo di lucro con la missione di ispirare le persone ad agire e vivere in maniera sostenibile. Il suo nucleo è composto da una famiglia che vive avventure straordinarie e fa un viaggio incredibile. Dai uno sguardo alla loro vita quotidiana a bordo o nei villaggi in giro per il mondo, e segui il loro viaggio su Facebook e Instagram.

La forza della famiglia

Quando la spedizione è partita, c’erano solo Sabine e Dario. Al momento della stesura di questo articolo, all’inizio del 2017, hanno cinque figli e un sesto è in arrivo: Salina nata nel 2005 in Cile, Andri nato nel 2006 in Patagonia, Noé nato nel 2009 in Australia, Alegra nata nel 2011 a Singapore e Mia nata nel 2015 in Svizzera.

“Se i bambini non amassero tutto questo, non continueremmo” dice Dario. Ma lo adorano davvero. A tal punto che partecipano attivamente alle attività di insegnamento. “Quando abbiamo iniziato, pensavamo che sarebbe stato troppo difficile fare tutte queste cose con dei bambini piccoli” dice Sabine. “Ma in realtà è tutto il contrario: sono loro a darci la spinta per andare sempre oltre, per insegnare di più, per impegnarci ancora più a fondo”. Questo fa parte della ragione per cui Victorinox, come azienda, è così strettamente legata alla spedizione ToptoTop.

Quando Carl Elsener diede inizio a tutto, nel 1883, fu sua madre Victoria a dargli il coraggio per andare avanti. E ancora oggi Victorinox appartiene alla famiglia Elsener, da cui è guidata. Come famiglia, i loro membri restano saldamente uniti, sia nei periodi radiosi che in quelli meno positivi. Oltre alla missione e alla visione di ToptoTop, è stato questo stretto legame con i valori della famiglia a convincere Victorinox a continuare a supportare la spedizione climatica.

Meta preferita
Dobbiamo ammetterlo, ci piace andare lontano.

Piatto preferito 
Tutta la famiglia va pazza per i “maccheroni alpini”.

Odore preferito
Quello del primo albero che si incontra dopo essere stati nell’Artico per mesi.

Ora del giorno preferita
La mattina presto

Luogo preferito per una fuga in città
Trova la scuola più vicina.

Oggetto indispensabile preferito
Uno Swiss Army Knife. Ne abbiamo usato uno per tagliare il cordone ombelicale di tutti i nostri cinque figli.

Scopri di più sul nostro impegno per la sostenibilità

La sostenibilità fa parte della ricetta di Victorinox per il successo
Una panoramica
La partnership con Nespresso
Pioneer edizione limitata
Etichette e premi
Scopri i nostri premi
La nostra sostenibilità
Ulteriori informazioni
La spedizione climatica
Sponsorizzazione sostenibile
I consigli dei bambini
Vivi in modo sostenibile
Per l’uomo e per l’ambiente
Tutto sulla sostenibilità